Dal 7 ottobre 2017 all’ 8 aprile 2018

VICENZA –  BASILICA PALLADIANA

Van Gogh. Tra il grano e il cielo 

a cura di Marco Goldin

LE DATE PROPOSTE DALL’ASSOCIAZIONE LIVE ART

CON LA GUIDA DI SILVIO PROTA SONO:

– 5 GENNAIO 2018 ORE 17,30 (APPUNTAMENTO ORE 17 INGRESSO MOSTRA);

– 23 MARZO 2018  ORE 18,00 (APPUNTAMENTO ORE 17,30 INGRESSO MOSTRA).

Durata prevista della mostra 1 ora. Al termine della visita alla mostra è possibile guardare il docu-film realizzato da Marco Goldin

 

La mostra presenta eccezionalmente un numero altissimo di opere del pittore olandese, 43 dipinti e 86 disegni. Con l’apporto fondamentale di quello scrigno vangoghiano che è il Kröller-Müller Museum in Olanda. Ricostruisce con precisione l’intera vicenda biografica, ponendo dapprincipio l’accento sui decisivi anni olandesi, che dall’autunno del 1880 nelle miniere del Borinage, per la verità in Belgio, fino all’autunno del 1885 a conclusione del fondamentale periodo di Nuenen, sono una sorta di stigmate infiammata e continuamente protratta. Una vera e propria via crucis nel dolore e nella disperazione del vivere. Sarà come entrare nel laboratorio dell’anima di Van Gogh, in quel luogo segreto, solo a lui noto, nel quale si sono formate le sue immagini.

van goh ponte

La mostra quindi proseguirà dopo gli anni olandesi di Van Gogh, e con dipinti celebri farà comprendere un aspetto fondamentale, e fondante, per questo progetto espositivo. Cioè come quei cinque anni di formazione siano stati indispensabile grammatica, della mano e dello spirito, per accendere quel colore nuovo che Van Gogh ha fatto vibrare come luogo di un cuore turbato e di un’anima lacerata. Forse nessun altro pittore nell’intera vicenda dell’arte di tutti i tempi, ha saputo rappresentare nei suoi quadri quel vero e proprio scandaglio di una profondità che si è espressa in immagine in ogni modo. Fossero, quelle immagini, gli interni dei ristoranti a Parigi, i volti nei ritratti, le nature morte, un mulino ancora a Parigi, un ponte levatoio appena fuori Arles, gli ulivi di Provenza o i campi di grano a Auvers. Magari sotto la pioggia. O nel rosso dei papaveri.

van gogh papaveri

 

Per cui sfileranno quadri famosi del periodo parigino prima e soprattutto poi del tempo provenzale tra Arles e Saint-Rémy e dei settanta giorni conclusivi della sua vita a Auvers-sur-Oise, dove morirà alla fine di luglio del 1890. Soprattutto la natura sarà il riferimento di un mondo che non è soltanto tema della visione che dà su un esterno da sé, ma sempre di più diventerà, fino a morirne, l’interno di sé. Quello spazio riempito di colori, di visioni, di sogni, di urla e di strepiti. Di sospiri e respiri singhiozzanti, di improvvise e così brevi accensioni di felicità.

LA TARIFFA INDIVIDUALE è di euro 35,00 e comprende:

  • biglietto di ingresso con prenotazione;
  • cuffietta con auricolari;
  • guida alla mostra di Silvio Prota.

 

E’ ESCLUSO IL VIAGGIO: L’orario scelto per le visite alla mostra permettono il viaggio da Milano in giornata, sia in auto che in treno.

Per prenotare inviare mail a info@associazioneliveart.it   A seguito di nostra conferma, eseguire il bonifico e inviare copia di ricevuta

MODALITA’ di PAGAMENTO:

Per confermare l’iscrizione eseguire Bonifico Bancario del totale della prenotazione di tutti i partecipanti:

– entro il 20 novembre per chi vuole prenotarsi per il 5 gennaio
– entro il 5 febbraio per chi vuole prenotarsi per il 23 marzo

Coordinate bancarie per bonifico:

Associazione Culturale live art

Banca Popolare di Sondrio – Ag. di Buccinasco Via. A. Moro 9

IT25S0569632650000003153X40

Nella causale indicare Cognome e Nome,  “VAN GOGH” e Data alla quale si intende partecipare.